Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

Stranezze della società di oggi

Immagine
Perché la società odierna è diversa da come l'hanno immaginata i nostri predecessori, da come la desideriamo noi e, principalmente, da come la desidera Dio?

Sentendo le brutte notizie che ci giungono tramite i mass-media, notizie di guerre, ingiustizie, disastri naturali, atti di terrorismo, azioni di persone malvagie, etc., spesso ci chiediamo: "Come mai Dio permette tutto ciò? Perché accade tutto questo male?".

Secondo l'insegnamento che ci viene dalla Parola di Dio, sappiamo che anche Lui (come la maggior parte dei credenti) è addolorato per tutto il male che avviene nel mondo.
Dio non si compiace del male e non desidera che le persone soffrono, muoiano e si fanno guerra l'uno con l'altro.

La storia dei tre alberi

Immagine
C’erano una volta tre alberi, che crescevano l’uno accanto all'altro nel bosco.
Erano amici. E come quasi tutti gli amici, anche loro chiacchieravano tanto.
E come quasi tutti gli amici, anche loro erano molto diversi, nonostante crescessero nello stesso posto e fossero tutti all'incirca della stessa altezza.
Il primo albero amava la bellezza, il secondo albero amava l’avventura e il terzo albero amava Dio.

Un giorno, gli alberi parlavano di ciò che sarebbero voluti diventare da grandi.
«Quando sarò grande, vorrei essere un baule intagliato, di quelli dove si conservano i tesori, pieno di gioielli scintillanti», disse il primo albero.

I presupposti del concetto terroristico nell'Islam

Immagine
LA RADICE DEL TERRORISMO E' NELLA DOTTRINA ISLAMICA?
I terroristi islamici commettono i loro atti sempre per motivi religiosi?
Sono gli atti terroristici approvati nell'Islam, avendo conferma nel Corano e negli Ahadith (sentenze e prescrizioni scritte anch'esse da Maometto)?

Sin dalle sue origini, Islam è stato sostenuto e imposto con la violenza, infatti viene classificata come "religione violenta".
Tralasciando l'analisi sulle Crociate, possiamo vedere che l'espansione dell'Islam raramente è avvenuta in modo pacifico.
Diversamente dal fondatore del Cristianesimo, Gesù Cristo, che predicava e agiva nel pacifismo, Maometto e i suoi discendenti ben volentieri hanno diffuso e imposto il loro credo con la violenza.

Nell'era moderna vi sono stati degli eventi che hanno legittimato la ripresa del metodo originale, almeno per difendere i valori, i territori e gli interessi economici del mondo islamico.
Per esempio, per l'arabo saudita, il fatto che…

Dio è padre

Immagine
Un confronto con una delle caratteristiche del vero Dio con il dio presentato da Maometto.

La Bibbia ci presenta Dio come Creatore del cielo e della terra, come Onnipotente e come Giudice degli uomini, ma anche come Padre dei credenti che da Lui sono generati alla loro conversione.
Anche se Maometto ha attinto le sue dichiarazioni su AlIah, quale onnipotente creatore e giudice, in parte da episodi tramandati dalla Bibbia, l'immagine del Dio biblico è totalmente diversa dall'immagine di AlIah.

Il Dio onnipotente della Sacra Scrittura non è lontano, distaccato dagli uomini, ne è un sovrano inanimato, una qualsiasi "forza superiore", ne un dio impersonale, la cui azione è stabilita arbitrariamente, come invece l'AlIah di Maometto.
No, il Dio della Sacra Scrittura, il Creatore del cielo e della terra, Onnipotente e Giusto giudice è, secondo il Suo essere, amore: "Dio è amore" (1 Giovanni 4:16).
"Dio infatti ha tanto amato il mondo..." (Giovanni 3:…

Trovare tempo

Immagine
Confiniamo il Signore solo per la Domenica, forse...
O addirittura solo per le feste...
Però ci piace averlo intorno quando ci sono malattie, o disgrazie...
E naturalmente durante i funerali...
Ma non abbiamo tempo per Lui durante il resto della nostra vita, mentre stiamo lavorando, mentre stiamo studiando, mentre ci stiamo divertendo...

Crediamo che queste cose sono alla base della nostra vita, mentre Dio crediamo che non lo sia...
E non ci rendiamo conto che non potremmo fare neanche la più minima di queste cose senza il volere di Dio; siamo tutti convinti che è per volontà nostra che facciamo queste cose!

Gesù dice: "Se ti vergognerai di me, io mi vergognerò di te, davanti al Padre mio".
Un uomo racconta:
"Mi inginocchiai... ma non a lungo... Avevo troppo da fare, e dovevo fare in fretta: andare a lavoro, passare prima a pagare le bollette, etc., etc..
Così mi inginocchiai e dissi una preghiera veloce, e altrettanto velocemente mi rialzai.
Dentro di me mi sentivo a …

Giù la maschera!

Immagine
I terroristi islamici commettono i loro atti sempre, o principalmente per motivo e scopo religioso?

Da quando sono iniziati gli attacchi terroristici contro l'Occidente e le sue rappresentative, abbiamo creduto che essi sono stati concepiti e realizzati a scopo religioso, che gli estremisti islamici considerassero i loro misfatti come parte della loro "guerra santa", la Jihad.

Ma è sempre stato così?
Gli attentati di "matrice islamica" sono stati sempre animati dalla devozione religiosa: dei promotori, dei sostenitori economici e dei realizzatori militanti?
Prendendo in considerazione anche gli ultimi casi di attentati avvenuti in vari parti dell'Europa e altrove, possiamo vedere una facciata da scopo religioso con un presunto "movimento" politico, anarchico-insurrezionalista islamico (le cosiddette Primavere arabe) che sembra manipolato dietro le quinte da menti fini con obbiettivi che superano quelle religiosi.

Negli attacchi terroristici "…

Antisemitismo ieri e oggi

Immagine
L'antisemitismo visto dal lato spirituale. 
Una breve analisi di John Kidd.

Sulla cupola della moschea di Al-Aksa, sul Monte del Tempio, sono scritte le seguenti parole in arabo, che in Italiano si leggono "Allah non ha alcun figlio".

Perché una dichiarazione così negativa da parte del dio dell'Islam?
Perché non scrivere, specialmente in quel luogo tra i più significativi di tutta la terra, la ricorrente invocazione del Muezzin: "Allah è il più grande?".

La ragione, così credo, è che si tratta di una dichiarazione di sfida.
Anche questa è una affermazione di Maometto, il quale ha frainteso le Sacre Scritture e successivamente le ha disprezzate.
Tali parole così urlate, più che scritte, sono l'essenza di due versetti Koranici rispettivamente; Sura 39:4 e Sura 6:101, e sono quindi il rigetto stesso della dottrina Cristiana della Trinità che Maometto ha visto come una forma di politeismo.

Nel creare una nuova religione, supposta essere monoteistica, Maomett…

A chi rassomigliamo?

Immagine
Un venditore ambulante di Bibbie e di libri cristiani, di nome Davide, allevato in Birmania, arriva per la prima volta in una piccola città, di cui peraltro conosce la lingua parlata.
È giorno di mercato.
Sulla piazza offre dei Vangeli e si mette a leggerne qualche riga a quelli che vi si trovano.
In breve tempo si forma un piccolo gruppo e tutti ascoltano con stupore Davide che parla di GesùCristo.

All'improvviso un contadino lo interrompe, premuroso e sorridente: «Conosco quell'uomo di cui parla quel libro, abita nel mio villaggio; vieni, te lo mostrerò».
Interessato, Davide decide di seguirlo.
Arrivato al villaggio, nota una capanna diversa da tutte le altre: non c’è immondizia nei dintorni, al posto del fango calpestato ci sono delle piante verdi.
«E’ qui», gli dice la sua guida.

L’uomo che si presenta alla porta è diverso, anche lui: il suo viso è sereno e benevolo; invita il suo visitatore a bere il te e la conversazione prende inizio.
Quando viene a sapere che Davide v…

Sulla lapide

Immagine
Una poesia di Nicola Scorsone.

Sulla lapide c'era scritto:
«Sfacciata incredulità, impallidisci e muori.
Sotto questa pietra giacciono quattro bambini addormentati.
Dimmi, sono perduti o salvati?
Se la morte è a causa del peccato, essi hanno peccato, perché sono qui!
Se il Cielo è per opere, essi non possono apparirvi.
Ragione, oh, quanto depravata!
Và alla pagina sacra della Bibbia, il nodo è sciolto.
Essi sono morti, perché Adamo peccò.
Essi vivono, perché Gesù morì».

La Teologia della Sostituzione

Immagine
Che cos'è la Teologia della Sostituzione? 
E perché crea gravi danni al nostro rapporto con Dio?
La Teologia della Sostituzione non è solamente una falsa dottrina teologica o filosofica, ma è un peccato di fronte a Dio, perché trasforma Dio in un bugiardo.
La Teologia della Sostituzione ha creato nei secoli un ambiente dove si è reso possibile l'umiliazione, la negazione e la privazione dell'identità culturale e religiosa per milioni di Ebrei; che ha reso possibile la persecuzione e la conversione forzata al Cristianesimo per moltissimi Ebrei; che ha fatto sì che un numero incredibile di Ebrei fossero picchiati, derubati, violentati, massacrati.

E anche oggi, dopo 2.000 anni di vergognosa storia della Chiesa, la cristianità è quasi completamente indifferente quando gli Ebrei sono minacciati, persino quando l'estremismo islamico minaccia l'esistenza stessa dello Stato di Israele.
In certe occasione, "la cristianità" pronuncia quattro parole sul diritto degl…